WhatsApp:

AUMENTARE I LIVELLI DI TESTOSTERONE

13.08.2016 0 PHARMAGOLI NUTRITION
AUMENTARE I LIVELLI DI TESTOSTERONE
1)Fare sesso: L'attività sessuale fa produrre più testosterone che a sua volta fa aumentare l'attività sessuale (il famoso circolo vizioso). Fare sesso è quindi un rimedio naturale per livelli di testosterone basso. Più frequenti sono i rapporti sessuali e più alto è il livello di testosterone. Quello che conta, oltre alla frequenza dei rapporti, sono le aspettative:se l'idea di avere un rapporto è gradita ed eccitante, il testosterone inizia a salire, se invece preoccupa, scende. Non fare l'amore col tempo invece riduce sempre più la voglia. Si tratta di un preciso meccanismo adattativo il cui scopo originario era quello di favorire l'attività sessuale solo quando le condizioni erano più propizie. Così oggi il livello di testosterone cala negli uomini sposati, o negli uomini la cui compagna aspetta un figlio, perché se ne stiano buoni e fedeli, per risalire subito dopo un divorzio, quando bisogna rimettersi "sul mercato".
2) Mangiare più carne rossa: Si è notato che se i grassi che si assumono corrispondono solo al 10% delle calorie giornaliere, si rischia di vedere diminuire i propri livelli di testosterone. Anche le diete di troppe fibre e senza carni rosse sembra tendino a far diminuire il livello ormonale. Uno studio olandese dimostra che le proteine della carne rossa magra sono, per il testosterone, migliori di latticini e uova.
3) Stare alla larga dall'alcool :Studi del dottor Jakob Vingren dell'Università del Connecticut pubblicati dallo Strength and Conditioning Journal, ad esempio, suggeriscono che superare i 5 drink al giorno porta ad una diminuzione marcata del testosterone. La dose massima consentita sembra essere intorno a due bicchieri al giorno. Ma il vino, soprattutto quello rosso, a basse dosi è quasi una medicina.
4) Attività di pesistica in palestra :Il testosterone permette di costruire muscoli possenti, il sollevamento pesi aumenta i livelli ormonali. Si deve però seguire un programma abbastanza intenso. Ad esempio esercizi di base come squat, panca piana, sollevamenti da terra, rematore. Non bisogna però dimenticare il recupero. Il sovrallenamento infatti porta ad una diminuzione netta del testosterone nel sangue. Quindi pensare ad almeno un giorno di pausa ogni due sedute.
5)Più proteine e più massa magra: I livelli di testosterone si abbassano man mano che il girovita aumenta
6) Più pesi e più bicipiti: Alcuni studi condotti in Finlandia hanno scoperto che chi pratica sollevamento pesi per due volte la settimana riesce ad aumentare del 49% i suoi livelli di testosterone.
7)Più pesce e più frutta secca: Uno studio pubblicato dall'International Journal of Sports Medicine ha rivelato che consumare grassi migliora i livelli di testosterone.Ma ovviamente è preferibile consumare più grassi monoinsaturi contenuti in cibi come il pesce e la frutta secca (noci, mandorle e soprattutto nocciole) che aiutano la produzione ormonale senza affaticare il cuore.
8)Più footing e più relax: Un'attività cardiovascolare mantiene il corpo in forma, rilassa e difende il testosterone.La corsa infatti fa produrre serotonina (l'ormone del buon umore). La serotonina neutralizza l'azione del cortisolo (l'ormone dello stress).Il cortisolo riduce la capacità dell'organismo di produrre il testosterone.
9) Attenzione ai pesci più grassi e più grossi e di allevamento: Alcune sostanze tossiche nemiche del testosterone come la diossina e il pcb si possono depositare.Quindi potrebbe essere utile scegliere pesce selvatico e di piccola taglia che ha una vita troppo breve per accumulare veleni al suo interno.
10) Non usare insetticidi a base di clorpirifos: Uno studio condotto in Massachusetts (USA) dimostra che causa un calo dei livelli di testosterone anche del 10%.
11) In bici non usare sellini troppo stretti e rigidi:Potrebbero infatti causare disturbi erettivi.Potrebbe essere quindi meglio scegliere sellini più larghi e imbottiti.
12) Preferibile non usare cosmetici all'olio di lavanda e albero del tè: Una ricerca ha infatti dimostrato una connessione tra queste sostanze e lo sviluppo di ginecomastia negli uomini per un abbassamento del testosterone.Spauracchio di ogni dieta, i grassi sono in realtà fondamentali per la salute maschile, poiché favoriscono la produzione di testosterone.L'importante sta nel consumarne la giusta "qualità" oltre che quantità: utili per potenziare la massa muscolare sono quelle che troviamo in molta frutta secca e nell'olio d'oliva, insieme agli acidi grassi omega-3 e omega-6. Un altro fattore per evitare la riduzione del testosterone è controllare gli stati di stress e quindi la produzione di cortisolo, in quanto entrambi questi due ormoni hanno un comune precursore, il pregnolone che con l’aumentare dello stress si trasforma in cortisolo anziché in testosterone.Importanti per il testosterone sono tra l'altro le vitamina A, la vitamina C, la Vitamina D e lo zinco. Uno studio dell'Università di Graz (Austria) dimostra che gli uomini che hanno almeno 30 nanogrammi di vitamina D per millilitro di sangue hanno livelli di testosterone più alti.

Scrivi un commento